Ecobonus 110% e classi energetiche dei condomìni

Come indicato nella nostra Guida Sintetica all’Ecobonus 110%, tutti gli interventi di efficientamento energetico, per permettere l’accesso alle detrazioni, devono garantire (anche congiuntamente) il miglioramento di almeno due classi energetiche dei condomìni o dimostrare il raggiungimento della classe energetica più alta.

La variazione è da documentare mediante un attestato di prestazione energetica (A.P.E.) da eseguire prima e dopo l’intervento, rilasciato da un tecnico abilitato che ne attesti la congruità.

Ma quali sono gli interventi più efficaci ai fini del miglioramento di due classi energetiche, come richiesto dal DL 34/2020 (attualmente in fase di conversione in legge)?

Per rispondere a questa domanda abbiamo selezionato dal nostro portafoglio cantieri più di 100 casi studio per individuare gli interventi realizzati negli ultimi anni che hanno avuto il maggior impatto in termini di riduzione del fabbisogno di energia primaria dei condomìni.

Di seguito i risultati della nostra analisi:

CALDAIA A CONDENSAZIONE + SISTEMA DI TERMOREGOLAZIONE

ATTIVITA’ EFFETTUATE

  • Installazione di una nuova caldaia a condensazione in sostituzione di un generatore di calore tradizionale;
  • Installazione di sistemi di termoregolazione all’interno delle singole unità abitative.

I condomìni analizzati hanno beneficiato di una riduzione media del 20% del fabbisogno di energia primaria, corrispondente in genere ad un salto di 1 sola classe energetica.

Un’alternativa può consistere, laddove tecnicamente possibile, nell’adozione di un sistema ibrido pompa di calore + caldaia a condensazione.

Tale soluzione, seppur interessante da un punto di vista energetico grazie al parziale utilizzo di fonti di calore rinnovabili, ha determinato tuttavia una riduzione media ulteriore del 10% del fabbisogno di energia primaria, quindi non sufficiente a garantire il passaggio di 2 classi energetiche.

CALDAIA A CONDENSAZIONE + ISOLAMENTO SOTTOTETTO E PIANO PILOTIS

ATTIVITA’ EFFETTUATE

  • Installazione di un nuovo generatore di calore a condensazione;
  • Coibentazione del piano di calpestio del sottotetto con rotoli di lana di vetro ricoperta da una pellicola di polietilene ignifuga;
  • Posa di pannelli in polietilene grafitato (EPS) sul piano pilotis del condominio.

I condomìni analizzati hanno beneficiato di una riduzione media del 38% del fabbisogno di energia primaria, corrispondente in genere ad un salto di 2 classi energetiche.

INSUFFLAGGIO PERIMETRALE + ISOLAMENTO SOTTOTETTO

ATTIVITA’ EFFETTUATE

  • Riempimento fino a saturazione delle intercapedini delle facciate e dei frontespizi degli edifici con lana di vetro;
  • Coibentazione del piano di calpestio del sottotetto con rotoli di lana di vetro ricoperti da una pellicola di polietilene ignifuga.

Questo intervento ha permesso la riduzione media del 48% del fabbisogno di energia primaria nei condomìni analizzati, corrispondente in genere ad un salto di 2 classi energetiche.

CAPPOTTO TERMICO

ATTIVITA’ EFFETTUATE

  • Applicazione di pannelli in EPS sulle pareti opache perimetrali dell’involucro edilizio.

Questo intervento ha permesso la riduzione media del 52% del fabbisogno di energia primaria nei condomìni analizzati, corrispondente in genere ad un salto di 2 classi energetiche.

ECOBONUS 110% E CLASSI ENERGETICHE CONDOMINI: CONCLUSIONI

Ecco le conclusioni della nostra ricerca sull’Ecobonus 110% e le classi energetiche dei condomìni.

Il cappotto termico si attesta come l’intervento più efficace ai fini della riduzione del fabbisogno energetico dei condomìni.

La sola sostituzione del generatore di calore infatti non è normalmente sufficiente a garantire la variazione energetica richiesta dall’Ecobonus, pertanto consigliamo di abbinare sempre un intervento di riqualificazione profonda dell’involucro edilizio.

Ulteriori interventi di efficientamento energetico possono consistere:

  • Nell’adozione di un impianto solare termico, limitatamente alla produzione di acqua calda sanitaria;
  • Nell’installazione di un impianto fotovoltaico, il cui impatto risulta modesto in termini di risparmio energetico in quanto ad oggi al servizio delle sole parti comuni condominiali (luce scale, ascensore, centrale termica).

Per consultare il testo integrale relativo all’Ecobonus 110% per l’efficientamento energetico (articoli 119 e 121): Decreto Rilancio

 

Ecobonus e classi condomini