Italia: cresce il mercato dell’Efficienza Energetica

Il 5° Rapporto sull’Efficienza Energetica (RAEE) presentato dall’ENEA al Ministero dello Sviluppo Economico il 23 giugno 2016 contiene alcuni dati molto significativi per quanto riguarda le abitudini energetiche degli italiani.
Che consumatori di energia sono gli Italiani?
Il Rapporto mette in luce che gli Italiani sono sempre di più un popolo “green”, essendo disposti a spendere in meno di 10 anni ben 28 miliardi di euro (con un incremento del 12% in un anno) per rendere le abitazioni efficienti e ridurre gli sprechi di energia. Un dato confermato dal numero di interventi in riqualificazione energetica effettuati tra il 2007 ed il 2015: 2,5 milioni.
L’Italia si afferma a livello europeo come uno dei principali leader in ambito energetico, con una filiera da 50mila posti di lavoro ed un’intensità energetica del 18% inferiore alla media UE.
In merito alle disposizioni comunitarie di risparmio energetico fissate al 2020 dal Piano Nazionale di Efficienza Energetica 2014, l’Italia ad oggi ha raggiunto il 32% dell’obiettivo prefissato, grazie anche agli Ecobonus, ossia le detrazioni fiscali per le riqualificazioni energetiche, ed al successo ottenuto dal meccanismo dei Certificati Bianchi.
Anche le diagnosi energetiche alle aziende, uno strumento introdotto con il Decreto Legislativo 102/2014 in recepimento della Direttiva 2012/27/UE, hanno avuto una diffusione massiccia sul suolo italiano, con ben 10.823 diagnosi pervenute all’ENEA nel solo 2015.
Infine un dato positivo anche in merito alla domanda di energia, anche nel 2014 in calo (-3,4% rispetto all’anno precedente), confermando il trend negativo iniziato nel 2010.
Per maggiori approfondimenti potete consultare il Rapporto Annuale di Efficienza Energetica, disponibile al seguente link: http://www.enea.it/it/pubblicazioni/edizioni-enea/2016/rapporto-annuale-efficienza-energetica-2016
Turin